immagine

giovedì 14 novembre 2013

Se il tumore colpisce lei la separazione è sette volte più probabile

Interessantissimo articolo sul comportamento maschile di fronte alla malattia femminile. Mi ha fatto pensare molto ed un pò devo dire mi ha anche rincuorato.Non è una gran consolazione, ma mentre ero infilata nel tubo della risonanza a digiugno da 6 ore, a pancia sotto con la tetta incastrata in un buco, comodissima, con la flebo al braccio che mi iniettava nel corpo il liquido radioattivo di contrasto per verificare se il tumore si era ben bene allargato in quella che tra poco sarebbe diventata la mia ex tetta, sperando che questa procedura non mi scatenasse qualche allergia (era la prima volta che mi godevo questa procedura deliziosa).......
 
Bbeh insomma mentre mi godevo tutto ciò, il sapere che forse lui era partito per le vacanze e se la stava godendo senza le complicazioni e le rogne di una malata accanto, il sapere che tutto questo mi stava succedendo solo per una motivazione archetipa profonda, rientrando nelle statistiche del comportamento maschile....
beh essere consapevole di questo, anche se non è una gran consolazione, magari ti aiuta a ridimensionare la cosa ed a ritenerti, forse, solo una donna un pò più sfortunata di altre.
La mia psiconcologa mi ha detto che ci sono anche casi inversi (lei che lascia lui poco prima che scoppi la bomba malattia conclamata oppure durante e dopo), ma sono davvero pochi. Il rischio corso dalla donna è ben 7 volte superiore (dice l'articolo di seguito). Mica poco.....troppo poco per fare da contrappeso alla probabilità, per un uomo, di avere rotture di palle infinite e tartassamenti stile goccia sul marmo, specializzazione femminile tipica.
Leggetevelo l'articolo, che merita.
 "Cancro? Il matrimonio va in pezzi: se ti ammali ci lasciamo" scritto da Vera Martinella della Fondazione Veronesi. Grazie Vera

3 commenti:

  1. Non ci posso credere! Con mio marito abbiamo avuto anche noi i nostri periodi bui ma nel momento in cui e' scoppiata la malattia lui mi e' stato e mi sta tuttora accanto ed abbiamo ritrovato una vicinanza che forse nel tempo avevamo perso....mio padre di questi consorti che si allontanano (magari dicendo che"nonposso vederti soffrire"...) avrebbe dett che "non sono uomini" ; qs persone e' meglio perderle subito....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti cara Rita, il tumore mi ha fatto questo enorme dono, levarmelo di torno.......

      Elimina
  2. Anch io sono stata mollata ed e' stato terribile

    RispondiElimina