immagine

venerdì 15 novembre 2013

Operazione reggiseno

Dato che:
- non posso più portare i reggiseni di una volta perchè la mia nuova tetta bionica ed il mio fianco sinistro sono ormai allergici ad ogni compressione anomala
- non avevo voglia di regalare soldi ai negozi sanitari specializzati alimentando il già imperversante consumismo
- mi diverto un sacco a riciclare e riutilizzare gli oggetti
- il tumore m'ha avrà anche dato una bella botta ma la cretività mentale non me l'ha seccata
.... mi sono dedicata alla dissezione anatomica di alcuni dei miei reggiseni estraendo da essi inquietanti ferretti ed, orpelli metallici o plastificati.
Vi assicuro che vederli dal vivo impressiona un pò.
Sono mooooolto soddisfatta del mio lavoretto.
Morale: ritorniamo un pò bambini và...... che smontare le cose per vedere che c'è dentro e cosa ci sorbiamo non è mica una brutta abitudine (tra l'altro è molto metaforico).

In ogni caso i reggiseni sportivi da palestra vanno benissimo, l'unico problema è che se avete ancora problemi al braccio, spalla, scapola, dovete ingegnarvi per trovare un tecnica che vi permetta di infilarli e sfilarli senza urlare di dolore.
Ultima possibilità. Qualche volta non fa male andare in giro anche con le tette libere al vento, belle strabiche, che si notano parecchio, magari cuccate di più così, vai a sapere....... le leggi dell'erotismo nel cervello maschile forse, nonostante miriadi di ricerche, non sono così prevedibili.

Nessun commento:

Posta un commento