immagine

giovedì 22 giugno 2017

Lavoratori autonomi e malattia: la storia di Ilaria Benecchi

Quando un acquario ascendente gemelli incontra un cancro. Il mio nome, dopo quello di bastian contrario che mi sono conquistata fin da piccola, è Ilaria. Ho 43 anni e lavoro come traduttrice. Sono socia attiva di ACTA, un’associazione che si occupa della difesa dei diritti dei professionisti indipendenti. Conoscevo da tempo la lotta di Daniela Fregosi, alias Afrodite K, e certamente questo è stato uno dei motivi che mi ha spinta a impegnarmi con ACTA. Tuttavia, mai avrei immaginato che la mia strada si sarebbe incrociata in questo modo con quella di Afrodite K, ma si sa che la realtà supera sempre l’immaginazione.

giovedì 15 giugno 2017

Tutela della malattia per le partite iva: Gazzetta sì, ma..

Dal 14 giugno 2017 sono entrate in vigore le principali disposizioni contenute nella legge n.81/2017 "Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato". Il cosiddetto Statuto dei Lavoratori Autonomi (o Jobs Act Autonomi) è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Ma occhio perchè.... 
per quanto riguarda la tutela della malattia si dovrà, invece, aspettare l'emanazione di un atto amministrativo da parte dell'Inps per rendere operativa la sospensione dei contributi in caso di malattia o infortunio gravi.
Entro un anno, inoltre, dovranno essere attuata una delega contenuta nella legge che riguarda la riduzione dei requisiti per le prestazioni dell’indennità di malattia per gli iscritti alla Gestione Separata Inps e le prestazioni di welfare delle Casse previdenziali.  
Rimane purtroppo l'annosissima questione che Afrodite K denuncia da anni: ridicolo prevedere un ampliamento delle tutele se poi si lascia permanere sbarramenti anticostituzionali come questo: se sei iscritto alla Gestione Separata non importa quanti contributi Inps hai versato nell'intera tua vita lavorativa, in caso di malattia avrai accesso alle tutele solo se nei soli ultimi 12 mesi prima della patologia hai versato un minimo previsto. Ergo.... se nell'anno prima di ammalarti hai fatturato poco (per una miriade di problemi diversi), non hai diritto a niente.
Come Afrodite K sono ovviamente molto felice che alcune importanti richieste della mia Petizione siano diventate Legge ma continuerò a sottolineare (leggi il mio POST) che questo non è vero per TUTTI e che molto altro c'è ancora da fare per rendere davvero dignitosa la malattia grave e prolungata delle partite iva.