immagine

venerdì 15 novembre 2013

Quando ad ammalarsi è una P.Iva: è una vergogna

E' una vergogna! Guardatevi questa intervista con la testimonianza di una libera professionista interprete che ha avuto un infortunio importante. E' una perfetta fotografia di ciò che succede. E quello che vedete non è niente, pensate a cosa succede se ti ammali di tumore. Inizia il vero calvario. Tasse e contributi inps obbligatori per anni e anni, ma nessun vantaggio, come invece in qualche modo hanno altri tipi di lavoratori. Perchè? Perchè l'uguaglianza in questo paese non esiste e ci sono lavoratori di serie A (che fanno per esempio l'elioterapia pagata dagli altri, cioè d'estate se ne vanno al mare pagati) ed altri, come me e Susanna che se ci ammaliamo ci attacchiamo e tiriamo forte. "Ma come l'assicurazione e la pensione integrativa non ce l'hai?" (brutta fessa!!). Sì certo, ma dovendo un sacco di soldi obbligatori all'inps è ovvio che stipuli quelle minime, no? altrimenti vorrebbe dire pagare i versamenti inps 2 volte, ma scherziamo? Preparatevi, perchè io non mollo e non ci sto, dopo oltre 20 anni di tasse da salasso, ad essere trattata come una merda dallo stato e dall'inps. Mi vedrete presto incatenata a qualche cancello con un cartello di protesta al collo.

Nessun commento:

Posta un commento