immagine

venerdì 30 gennaio 2015

Piccoli segnali di miglioramento per i lavoratori autonomi: cambia la Guida Aimac

Piano piano, adagino adagino qualcosa comincia a cambiare per i lavoratori autonomi, professionisti e partite iva che si ammalano di cancro. Aimac (Associazione Italiana Malati di Cancro), come aveva promesso ad Afrodite K, ha modificato la Guida ai diritti del malato di cancro all'11esima versione del 2014. Adesso nell'indice compare la dicitura "Lavoratori autonomi e professionisti" con un trafiletto che comunica quanto segue......

"I lavoratori autonomi  iscritti alla gestione separata INPS (come ad es. commercianti, artigiani, free lance), se costretti a sospendere anche solo temporaneamente l'attività lavorativa a causa della patologia e delle terapie oncologiche, hanno diritto all'indennità di malattia (per circa due mesi all'anno) ed eventualmente all'indennità di degenza ospedaliera. Per i liberi professionisti iscritti alle rispettive casse previdenziali, il regolamento di ciascuna cassa può prevedere forme diverse di assistenza economica (ad esempio, provvidenze assistenziali straordinarie per eventi di malattia gravi che impediscono in tutto o in parte, per un certo periodo di tempo, lo svolgimento dell'attività professionale)."

Un primo passo formale importante, un segnale simbolico, visto che il problema maggiore dei lavoratori autonomi che si ammalano è quello di "non esistere" da un lato per lo Stato (che si ricorda di loro solo quando vanno spolpati con le tasse) ma nemmeno per se stessi, visto che molte partite iva non conoscono neppure i pochi, pochissimi diritti che hanno (quelli che hanno qualcosa) in caso di malattia.
E' un primo piccolo passo sì, poche righe, sicuramente insufficienti (che dicono poco e nulla), ma per la nostra categoria è davvero "grasso che cola" visto che proveniamo dal vuoto assoluto. 

Il prossimo step? Fermo restando che il vero cambiamento deve essere sul piano dei diritti da estendere (come per esempio quello che sta cercando di fare la Petizione "Diritti ed assistenza per i lavoratori autonomi che si ammalano), con Aimac stiamo cercando di produrre una brochure ad hoc che parli solo dei diritti dei lavoratori autonomi colpiti da patologia oncologica e che preveda la descrizione più dettagliata delle tutele offerte ad oggi dalle diverse casse previdenziali di appartenenza. Le differenze, infatti, sono numerosissime!

Grazie ad Elisabetta Iannelli (segretaria generale della Favo e vice presidentessa di AIMAC Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici Onlus) per questo piccolo primo passo.

Nessun commento:

Posta un commento