immagine

domenica 25 gennaio 2015

Lavoratrici autonome e malattia: la storia di Susanna Botta

Questa storia è in versione VIDEO e ce la racconta in un'intervista del 2011 Susanna Botta professionista romana interprete di conferenza e traduttrice free-lance dal 1981. Dimostra come non sia necessario andare a scomodare le patologie oncologiche per denunciare la mancanza di tutele e diritti per i lavoratori autonomi che si ammalano. Basta anche un infortunio con una lunga riabilitazione che impedisca di svolgere il proprio lavoro (che magari richiede viaggi e spostamenti) ed il gioco è fatto. Tra l'altro nel momento in cui Susanna si ammala non era ancora possibile richiedere nemmeno la "ridicola" indennità di malattia che per la Gestione Separata Inps si concretizza praticamente solo a partire da una circolare del maggio 2013. Leggi Le Altre Storie su lavoratori autonomi e malatti.

Nessun commento:

Posta un commento