immagine

mercoledì 23 luglio 2014

Afrodite K scrive al Consiglio Comunale di Grosseto: allora, che vogliamo fare?

La Maremma non è solo terra di malaria e cinghiali, turismo e natura. E' anche altro. La battaglia civile portata avanti da Afrodite K, maremmana doc, ne è una prova tangibile. Una battaglia per i diritti dei lavoratori autonomi ad una malattia dignitosa che da mesi ha conquistato credibilità e spazi tra i media a livello nazionale. E Grosseto, la città da cui tutto è nato, cosa stà facendo per appoggiare questa protesta, per supportare la relativa Petizione, per fare pressioni su Governo e Parlamento a livello nazionale? Ecco la lettera che Afrodite K ha scritto ai rappresentanti del Consiglio Comunale grossetano. E adesso, cari lavoratori autonomi di Grosseto, professionisti, consulenti, partite iva, artigiani, commercianti ......stiamo a vedere se esistiamo veramente anche per la nostra stessa città e non solo per pagare le tasse e votare.......


"Cari rappresentanti del Consiglio Comunale di Grosseto,
sarete sicuramente a conoscenza della battaglia sociale che da mesi sto portando avanti a livello nazionale (giornali e tv locali e nazionali ne hanno parlato in tutti i modi possibili e immaginabili.

Vi scrivo per lanciarvi una sfida.

Riassumendo, sono una lavoratrice autonoma che opera dal 1992 su tutto il territorio nazionale come consulente e formatrice aziendale. Quando mi sono ammalata di cancro al seno nel 2013 ho scoperto le innumerevoli, scandalose ed anticostituzionali discriminazioni a cui gli autonomi sono sottoposti in caso di malattia rispetto agli altri lavoratori (pur pagando vagonate di tasse come gli altri). Questa è la mia storia. Non mi sono limitata a lamentarmi e disperarmi ma ho aperto un Blog che in 8 mesi ha raggiunto 106.000 accessi divenendo un portale di informazione e denuncia.

Ho lanciato una PETIZIONE nazionale mettendoci il mio nome e la mia faccia (e vi assicuro che ci vuole un bel pò di coraggio per una consulente aziendale che ha bisogno di essere performante e splendida per non bruciarsi il mercato ed i clienti). Una Petizione che stà arrivando a 50.000 firme e che non rappresenta solo la MIA battaglia, ma quella di TUTTI i lavoratori autonomi che hanno diritto come gli altri ad avere una malattia dignitosa.

Visto che lo Stato non mi tutela, ho dovuto iniziare a farlo da sola avviando una disobbedienza fiscale e sospendendo il pagamento dei contributi Inps.

La politica se non è PER la gente, non è politica.
Chi di voi muoverà per primo un dito, una mano, un braccio, almeno uno sguardo attivandosi concretamente su questa emergenza sociale di cui io rappresento solo la voce?

PS Io non appartengo al mondo della politica o delle istituzioni, ma di comunicazione un pò me ne intendo. Visto il polverone che si sta sollevando a livello nazionale e che ho l'intenzione di continuare a portare avanti, sarebbe una mossa almeno di buon marketing territoriale che la città di Grosseto si attivasse concretamente e si facesse sentire, o no?"

Firmato
Daniela Fregosi in arte Afrodite K


Guarda il servizio di TV9 Italia

Nessun commento:

Posta un commento