immagine

sabato 8 marzo 2014

30.000 firme nel giorno della Festa della Donna


Raggiungere oggi, 8 marzo Festa della Donna, 30.000 firme per una Petizione partita proprio da una donna, non ha prezzo. Mi sembra un segnale davvero meraviglioso ed un modo incredibile di festeggiare questa giornata al di là di formalismi e buonismi transitori. Le mimose sfioriranno ma queste firme rimarranno, anzi aumenteranno, se continuerete a firmare ed a far girare la Petizione per la difesa del diritto ad una malattia dignitosa per le lavoratrici autonome ma anche per i colleghi uomini, perchè le donne non pensano mai solo a se stesse.


3 fatti: 
- 1 donna su 10 incontra il cancro al seno durante la propria vita.
- sono in aumento i casi di cancro al seno nelle giovani donne (<40) e quindi in età lavorativa.
- in Italia ci sono 1,15 milioni di lavoratrici autonome (Istat 2013).

Puoi farti due conti su quante professioniste, piccole imprenditrici e lavoratrici autonome si ammalano di tumore al seno o lo incontreranno durante la loro vita.

Per questo è necessario l'aiuto di tutte le lavoratrici, autonome e dipendenti affinchè ogni donna, indipendentemente dalla "forma" della sua professione, possa essere tutelata in quanto lavoratrice.
Il cancro alla mammela è una patologia già sufficientemente invasiva ed invalidante sia dal punto di vista fisico che psicologico, dover lottare anche per sopravvivere dal punto di vista lavorativo, è davvero troppo.
 
FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE

"Diritti ed assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano"
che è stata lanciata il 10 febbraio 2014
e soprattutto......diffondi in modo virale!!

1 commento:

  1. Un bel traguardo ed una bella spinta per andare avanti! Un grande abbraccio

    RispondiElimina