immagine

domenica 31 agosto 2014

Il lipofilling: una tecnica di ricostruzione del seno dopo la mastectomia ancora poco conosciuta

Nei suoi tentativi di raccogliere informazioni per una scelta davvero consapevole in merito alla delicatissima questione della ricostruzione del seno dopo la mastectomia, Afrodite K si è imbattuta (anche grazie alle tante donne in tutta Italia con le quali è in contatto) nella tecnica che utilizza solo il trapianto del proprio grasso corporeo. Il cosiddetto lipofilling, nel quale il maggior esperto in Italia è il dott.Gino Rigotti.

Molte, moltissime donne ancora non conoscono questa possibilità. Troppe, secondo me. Forse perchè non si informano abbastanza e si limitano a prendere per oro colato quello che viene loro proposto nelle opzioni standard. Forse perchè alcuni tra quelli che dovrebbero informarle (medici e associazioni) in realtà non presentano loro questa possibilità.
Intendiamoci, dopo un cancro al seno, nessuna opzione di ricostruzione del seno è una passeggiata e chiunque voglia fartela passare come tale, in qualche modo non te la racconta giusta. Qualsiasi sia la tecnica adottata entra in ballo prepotentemente il fattore C per il quale fino a che non la provi non sai esattamente come il tuo corpo reagirà e se la cosa sarà di suo gusto. 
Afrodite K ha parlato con moltissime donne, davvero tante, facendosi raccontare le loro esperienze di ricostruzione. Non esiste una storia uguale ad un'altra, un corpo uguale ad un altro ed i vissuti sono i più disparati insieme ad aspettative diversissime e percezioni dei risultati altrettanto differenti. 
Insomma, un gran casino di desideri, paure, stereotipi, misure di tette, rapporti di coppia, storie di successo e di insuccesso, storie di soddisfazione parziale e così via.
C'è poi tutto il capitolo delle possibili complicazioni che, in teoria, possono emergere con qualsiasi tecnica o dei disagi che in qualche modo si presentano sempre (pure facendo solo il lipofilling ti puoi ritrovare con i tuoi ematomi nelle cosce e devi portare i pantaloncini contenitivi per un mese ogni volta...).
Nonostante questo, se una donna questa benedetta ricostruzione la vuol fare, rimane comunque una bella differenza tra averci una protesi (o spesso 2 per l'assestamento anche dell'altro seno o per le mastectomie bilaterali) ed un corpo estraneo sotto il pettorale o sentire la tua ciccetta addosso che cresce con te e che non dovrai più cambiare.
Ecco perchè ho ritenuto davvero importante condividere queste informazioni con le altre donne.
E non vi fate venire pensieri strani, Afrodite K non è lo sponsor del dott. Rigotti che comunque ha provato a contattare trovando in lui una persona davvero disponibile e gentile. Io quasi sicuramente un intervento del genere avrei grosse difficoltà a farlo perchè, anche se è passato da SSN, è molto lungo, richiede diverse sessioni e con il tipo di lavoro che faccio (partita iva) e con la situazione economica che ho (sono anche sola) non credo proprio che potrei permettermi di fare 4-7 viaggi a Verona dovendo pure farmi accompagnare da qualcuno (che fai ci vai da sola? e se poi ci sono complicazioni) e sostenendo le spese di viaggio ogni volta per 2. Ed in centro Italia pare che altri chirurghi plastici esperti nel lipofilling totale come il Rigotti, non ce ne siano.....
Ci tengo però a divulgare queste informazioni a tutte le donne in modo che possano arricchire il più possibile il ventaglio delle loro possibilità. Nel mio lavoro si chiama "empowerment" e vuol dire che abbiamo bisogno di non sentirci ingabbiati in soluzioni e scelte limitate. Riuscire ad immaginare e/o scovare il maggior numero di opzioni non solo può farci adottare scelte più consapevoli e più vicine ai nostri desideri e modi d'essere, ma anche darci un benessere interiore che per una persona operata di cancro è davvero determinante.

Ecco quindi un pò di dritte sul dott. Gino Rigotti che è l'esperto principale in Italia che effettua questo tipo di intervento ed ha l'esperienza maggiore in merito alla ricostruzione del seno effettuata totalmente con la tecnica del lipofilling (che negli altri casi è usato solo come integrazione per fare i ritocchi)
Vi consiglio questo un ottimo video dove Rigotti spiega nel dettaglio come funziona questo tipo di ricostruzione. Dura un pò ma merita.
Vi ricordo che è possibile effettuare l'intervento attraverso il Sistema Sanitario Nazionale e non necessariamente occorre sborsare migliaia di euro per interventi fatti nel privato!!!
Interessante anche questa intervista a Rigotti fatta da Gioia Locati a dicembre 2013 nel suo Blog.

In questo momento il dott. Gino Rigotti opera a Verona alla Casa di Cura San Francesco.
Questi sono i suoi riferimenti come da Pagine Bianche:
Viale Del Lavoro 25 - 37135 Verona (VR) tel: 045 8303026 ginorigotti@libero.it

Un abbraccio forte alle vostre tette, assenti e presenti, ricostruite e non, piccole, grandi, asimmetriche o.....perfette.

25 commenti:

  1. credo che per ogni persona mutilata la soddisfazione completa sia riavere ciò che ha perso che è impossibile. Per quanto la protesi sia buona la soddisfazione può solo essere parziale, presumo

    RispondiElimina
  2. Ho 43 anni e ho fatto una mastectomia con ricostruzione immediata e conservazione del capezzolo (nipple sparing) nell'aprile 2014. Contestualmente sulla mammella controlaterale ho fatto una mastopessi. Al momento sono abbastanza soddisfatta di non sentirmi a disagio rispetto al mio corpo, per quanto non sia più come prima: ho due seni, posso mettermi un costume da bagno senza che si noti nulla, riesco ad avere una vita sessuale (per quanto la sensibilità dei seni sia molto ridotta rispetto a prima). Dall'altro lato c'è ancora una certa asimmetria tra i due seni, il seno con la protesi è piuttosto duro e gonfio, c'è il fastidio della cicatrice (ma quello temo che ci sarebbe comunque). Come dice Paolo, la soddisfazione è solo parziale, ma del resto non dimentichiamo che abbiamo avuto una malattia gravissima e già avere una buona qualità della vita insieme ad una certa integrità corporea è un ottimo risultato. Ben venga chiaramente la possibilità di scegliere ciò che è meglio per ciascuna di noi. Afrodite K. ricambio l'abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Io sono una paziente del dott. Rigotti,ho subito la mastectomia a 45 anni,adesso ho 52 anni e fino ad oggi ho fatto 13 innesti, non nascondo che il percorso è lungo, nel mio caso,perche come dice lui la radio mi ha rovinato i tessuti. Però vedo man mano che la bruttissima cicatrice che avevo si è spianata, quasi sparita ,la pelle è morbida e comincio anche ad avere la sensibilità .E poi vedere che ad ogni intervento il seno ricresce ,è morbido e in più tolgo la ciccia dalla pancia ,coscie o dove decide il dott.Stringhini che fa il prelievo del grasso. I miei dott.ri sono fantastici, molto disponibili, e alla mano. Quello che fa Rigotti per le donne è bellissimo.La prima volta che sono andata da lui a Verona,ero spaventata e pensavo di dover rimanere con un solo seno, però ci ho provato. Quando mi ha visto, così semplicemente, mi ha detto , Certo che possiamo ricostruire, e viene anche un buon lavoro, però ci vuole pazienza, io mi sono tranquillizzata e da lì gli ho dato la mia piena fiducia. Ogni tre mesi faccio un intervento, e non vedo l'ora di finire. Ma sono felice di aver conosciuto il mio dott. RIGOTTI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una curiosità Sara... ma tu lavori? e se sì che tipo di lavoro fai?

      Elimina
  4. Buongiorno a tutti,
    la mia storia è come quella di molte altre donne: mastectomia, radio, ormonoterapia in corso e due interventi di ricostruzione nel tentativo di riconciliarmi con il mio corpo. Ma la riconciliazione non c'è stata e spesso mi chiedo se è legata semplicemente ad un'immagine di me che non esiste più oppure obiettivamente quello che vedo allo specchio è lecito non mi accontenti. Recentemente ho conosciuto un noto chirurgo estetico che dopo un'accurata visita mi ha proposto lipofilling in 2 sedute e sostituzione delle protesi. Un intervento di una certa portata economica, che sosterrei con il contributo della mia assicurazione sanitaria e qualche dubbio. Ma a distanza di qualche giorno, cercando riscontri in rete, mi sono imbattuta in questo blog e in questo post sulla tecnica adottata dal dottor Rigotti. E i miei dubbi sono aumentati così come il desiderio di capirci di più. Ieri ho fatto la visita a Verona.
    Ed ho capito che:
    - c'è una differenza di fondo non trascurabile tra un intervento di ricostruzione ed un intervento di chirurgia estetica
    - ed è per il punto di cui sopra che un intervento viene pagato dal SSN, mentre l'altro no
    - l'esperienza di un professionista in chirurgia estetica e mastoplastiche, a me non serve molto. Io ho bisogno di affidarmi a chi fa ricostruzioni.
    - la tecnica ricostruttiva studiata e applicata da Rigotti, è frutto di un approccio diverso al problema e non esclusivamente estetico
    - spesso le ricostruzioni ospedaliere (cioè quella che ho fatto io, intraoperatoria e contestuale alla mastectomia), sono una soluzione temporanea e mi permetto di dire superficiale. In quel momento, credevo fosse l'unica. Col senno di poi, avrei apprezzato di più un supporto psicologico/estetico che permettesse di vagliare con coscienza le alternative, le conseguenze, i risultati. Quando il tempo stringe e non puoi permetterti di aspettare, devi decidere e basta.
    - 7/9 sedute sono un percorso lungo ma credo vincente perché mi permetterà alla fine di essere un po' più "me", di non avere più le protesi e quindi di non sostituirle tra qualche anno, di riacquistare un po' di sensibilità (e sarebbe davvero fantastico) e poi l'idea che le risorse arrivino da me, dal mio corpo è per me un po' come fare pace con lui (mi hai fregata, adesso rimedia!).


    Mi sono presa qualche giorno per pensarci ma alla fine credo di essere già convinta. Mi farebbe piacere avere qualche scambio con chi questo percorso l'ha già intrapreso. Grazie quindi a Sara, avrei qualche domanandina ....
    Grazie ad Afrodite K che con la sua divulgazione, premette di essere più consapevoli di ciò che ci circonda e di quello che possiamo fare.
    Perché avere possibilità di scelta, per me rimane il privilegio più grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono strafelice di esserti stata utile. Aumentare e moltiplicare pensieri ed opzioni è stato il mio scopo da sempre con questo Blog!!

      Elimina
    2. Sono una ragazza di 26 anni e mi sono operata quasi un anno fa, a dicembre 2014 al seno dx per un carcinoma. Mastectomia skin sparing con impianto di espansore fino il1 apprile 2015 quando ho messo la protesi definitiva. Prima del secondo intervento mi avevano proposto pure il lipofilling nella parte controllaterale ed avevo rifiutato pero poco prima del intervento mi hanno i chir.plastici mi hanno convinto di farlo in quanto era complettamente innocuo. Lo fatto e addesso mi ritrovo con svariate cisti tra le quali 2 di dimensioni piu grandi. I plastici dicono che non ce' da preoucuparsi ma io sinceramente non riesco a stare tranquilla. Mi farebbe tanto piacere avere un parere vostro.
      Comunque SCONSGLIO FORTEMENTE IL LIPOFILLING NEL SENO SANO DOPO AVER AVUTO UN TUMORE.
      GRAZIE

      Elimina
  5. Ciao ho 50 anni operata nel 2013 sono al quinto intervento con il professor rigotti e sono felicissima del risultato.al momento prevediamo uno o due interventi poi aspettiamo e vediamo come armonizzare l'altro seno.
    Per quanto riguarda i costi che dici il treno se comprato in anticipo (e gli interventi sono già organizzati mesi prima) costa pochissimo,arrivi la mattina dell'intervento e la mattina dopo si fuori.
    Di solito mi accompagna mia madre che dorme in un bb vicino costo 35 euro.
    Alla fine con 100 euro se ne esce.

    Io sono libera professionista dopo due giorni dall'intervento sono già al lavoro con un po di dolori ma sopportabilissimo.

    RispondiElimina
  6. Ciao il 17 novembre ho fatto l'ultimo intervento di lipofilling e ricostruzione del capezzolo. Abito a Verona e dopo 5 interventi sono arrivata alla fine. Sono contenta del percorso che ho fatto iniziato con l'asportazione del nodulo, allargamento e successiva mastectomia. Sono stata seguita per il percorso di ricostruzione dal dott. Gallici e dopo tre anni dall'intervento di demolizione sono arrivata al traguardo. E' stato un lungo periodo nel quale ho avuto un adeguato supporto psicologico e la possibilita' di frequentare un gruppo di donne operate al seno con le quali faccio yoga e terapia psicologica di gruppo. Insomma ho fatto tutto quello che la citta' in cui vivo mi permetteva. Sono molto orgogliosa di me e soddisfatta del risultato. Non bisogna però pensare che sia poco doloroso, sia la liposuzione che l'innesto comportano ematomi e dolore e i tempi di ripresa sono lunghi. Mi rendo conto che non c'e' solo una soluzione giusta.......questa e' stata quella giusta per me. Attenzione non tutte possono farlo, determinante e' il parere dell'oncologo.
    Cari auguri a tutte

    RispondiElimina
  7. sono stata operata a 45 anni, non mi hanno mai voluto fare il lipofilling chè dicono può rincomparire il cancro, ho 54 anni e adesso mi dicono che posso farlo ma solo 3 interventi. Le mie domande sono: siccome il seno è di molto + piccolo dell'altro e si vede ed ho una brutta cicatrice a fossetta molto evidente, i 3 inteventi mi risolvono il problema? e se poi ritorna il cancro? chi mi sa rispondere? grazie Katia

    RispondiElimina
  8. Buon giorno vorei avere un numero di tel.del ospedale di Verona o pure un ne.tel. de dottore .A scusate ..mi presento.. Sono Miranda e sono passati 22 ani dal intervento di mastectomia e ancora non riesco a fare una ricostruzione del seno..dopo tanti tentativi con le protesi mi ritrovo con tante cicatrici e senza seni ...sono disperata. Ho perso i miei seni quando avevo 25 ani ..se qualcuno mi può aiutare ..il mio numero di tel.3203523406. Ci ringrazio anticipa mente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho la mail te la mando, a me rispose....

      Elimina
  9. Ciao a tutti io sono una paziente del grande dottor Rigotti, mi chiamo Emanuela! In seguito a mastectomia avuta nel 2012 mi sono ritrovata a scegliere orgogliosamente questa strada per la ricostruzione dell'ozono sinistro. Con grande soddisfazione vi dico che il percorso merita pazienza ma ne vale veramente la pena. Il mio seno grazie al penicillina ha riacquistato morbidezza e sensibilita' senza avere corpi estranei di cui ne sentiresti la costante presenza. Meglio una ricostruzione lenta ma definitiva. Il risultato è ottimo diaboliche più è importante mi sento di nuovo donna normale. Tutto lo staff merita un plauso, grande cordialita' ed efficienza. Anche la clinica S.Francesco di Verona è gestito da personale molto efficiente e gentile, compresi anche gli infermieri sempre pronti ad assisterti. Spero che la mia testimonianza possa aiutare chi ha bisogno di fare una scelta difficile. Un saluto affettuoso a tutte le donne che come me vivono un cancro al seno

    RispondiElimina
  10. Miranda, ti consiglio ad occhi chiusi la mia stessa strada sotto le mani esperte del dottor Rigotti!!!
    Ops mi sono accorta che ho fatto 3 errori spero capriate lo stesso quello che volevo scrivere( al posto di diaboliche volevo scrivere ma molto)( anziché penicillina lipofilling). Grazie

    RispondiElimina
  11. allora, aggiornamento, il 27 marzo programmato 8°, ed ultimo intervento con Rigotti.
    Il risultato è splendido, vi racconto solo che all'ultimo controllo chirurgico di routine il professore dice all'infermiera di modificare la mia scheda, che"la signora non ha fatto mastectomia!"
    alla mia risposta, mastectomia nel 2013, ha cominciato ad esclamare e tastare e parole sue "non ho mai visto una ricostruzione così ben riuscita, e si che ne vedo a centinaia ogni giorno, faccia i miei complimenti a rigotti"ed io aggiungo, complimenti a tutto lo staff, meraviglioso, da stringhi alla new entry, la dolcissima dottoressa, e poi gli infermieri, e stefano....tutti gentilissimi, disponibili, tanto che alla fine...mi dispiacera aver terminato questo percorso!!!ragazze vi consiglio caldamente quanto meno di valutare questa opportunita che ci viene data, e se avete domande o dubbi sono a vostra disposizione

    RispondiElimina
  12. Ciao io sono sara visto che a giorni farò il mio primo lipofilling per riparare una ricostruzione mal riuscita vorrei sapere se sapete la quantità di grasso che viene inserita ad ogni intervento? Grazie

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutte sono Lucia, una informazione: ho avuto una mastectomia sottocutanea con ricostruzione nel 2014. Vorrei andare dal professor Rigotti ma nel caso in cui sia idonea la protesi va tolta prima dell'inizio dell'iter? Ci sono quindi mesi in cui rimarrei piatta?

    RispondiElimina
  14. Ciao Lucia,
    Io avevo espansore, ma dopo 8 interventi so un pò come funziona...rigotti di solito inserisce prima del grasso, poi toglie protesi....per dei mesi il volume del seno dara molto ridotto, ma affidati a lui è un professionista meraviglioso e sapra consigliarti per il meglio

    RispondiElimina
  15. Ti ringrazio veramente gentile. Sai dirmi per caso (se puoi) quale è il costo della visita? E i tempi di attesa poi per procedere con l'inizio degli innesti? Grazie veramente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la visita se ben ricordo costo poco piu di 100 euro, e personalmente inizia con innesti dopo 4 mesi

      Elimina
  16. Ciao, sono Camilla a luglio 2015 ho effettuato una mastectomia bilaterale, dopo circa un anno di espansori mi hanno applicato le protesi che mi danno piuttosto fastidio. Alla visita di controllo mi hanno consigliato il lipofilling però senza togliere le protesi. Qualcuno ha fatto un intervento del genere? Mi potreste far sapere qualcosa?

    RispondiElimina
  17. Ciao a tutte,qualcuna che ha già fatto e finito questi interventi può darmi delle informazioni... riguardo il grasso che viene inserito a me hanno detto compreso il radiologo che appunto questo grasso iniettato viene riassorbito dal corpo perché riconosciuto da questo non essendo corpo estraneo e che non è alla fine un intervento definitivo ma come la protesi che dopo circa 10 anni va sostituita anche questo dopo qualche anno il seno va riempito...cmq a me hanno chiesto 180 di prima visita ...sono indecisa sul da fare... ho una protesi mal riuscita dopo mastectomia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho finito innesti da 6 mesi, sono dimagrita da allora 7 kg e NATURALMENETE i due seni si sono un pò ridotti.ALl'inizio il grasso si riassorbe , poi dopo 3 settimane si è sempre assestato, onestamente nessuno mi ha mai parlato di rifare altri lipofilling nel futuro, ma , se anche fosse, meglio un lipofilling che la sostituzione dei una protesi....
      La visita non so quanto costi, ma se ti stati riferendo a Rigotti non avrei dubbi nel farla e farmi consigliare, lui è un luminare della tecnica.
      Non ti fidare perche tutti sembrano conoscerla e sentono il bisogno di dira la propria opinione, ma alla fine nessuno la padroneggia, infatti rigotti è uno dei pochi in italia a praticarla...

      Elimina
  18. Ciao Stefania sarei interessata a questa tecnica è possibile avere un tuo recapito per qualche informazione?
    Grazie

    RispondiElimina
  19. certamente lilli puoi scrivermi alla mia mail
    stefaniaguidi65@gmail.com
    saro ben felice di risponderti

    RispondiElimina