immagine

martedì 25 febbraio 2014

Costituzione: ripassino per il Neo Governo

Caro Governo, visto che sei fresco fresco di giuramento ("giuro di osservare lealmente la Costituzione", non sò se mi spiego), e gli spergiuri finisco tutti all'Inferno, vediamo di fare le cose per benino e di essere ben preparati sugli articoli della Costituzione quando verremo a trovarti con il pacco delle firme della nostra Petizione.
Allora, vediamo....cominciamo dall'articolo 3.....

Articolo 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Se non la capisci così com'è scritta, vuol dire che i lavoratori autonomi sono uguali ai lavoratori dipendenti di fronte alla legge e che hanno pure pari dignità. Lo so, lo so, sembra strano detto così, ma i padri costituenti questo hanno voluto. Anzi, dice anche che, se questa uguaglianza non viene rispettata, il governo la deve anche risolvere. Vedi, quindi, di rimuovere gli innumerevoli ostacoli che impediscono ai lavoratori autonomi di essere considerati esseri umani, in primis, lavoratori come gli altri, in secundis (come vedi siamo anche acculturati)

Articolo 32
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti..........
Certo, questo sulla carta, salvo che poi ai pazienti oncologici che hanno l'esenzione totale (048) come me e che devono fare accertamenti per complicazioni post-chirurgiche alla spalla, la risonanza magnetica non si fa prima di 4 mesi e l'ecografia di controllo prima di 5. Bene. Ovviamente vai a pagamento, ma tanto puoi stare tranquilla cara Afrodite K, se sei lavoratrice autonoma, stai in malattia e prendi lo stipendio come prima, così puoi pagarti gli esami, no?. NO, invece. Questo succede solo nei sogni, nella realtà no e nemmeno nei manga giapponesi.

Articolo 38
Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all'assistenza sociale. I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria........
Afrodite K è un pò incazzata perchè nella Costituzione si parla di lavoratori, mica di lavoratori dipendenti. Lei che è un robot capisce che ci si riferisce a TUTTI i lavoratori. Invece no, ha capito male. Ma è solo un robot.

Articolo 53
Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.........
Ma non credi, caro Governo, che la capacità contributiva di un lavoratore autonomo che si becca un tumore sia un tantinello compromessa? Ma già, sotto il mattone c'abbiamo vagonate di soldi evasi, giusto? Possiamo usare quelli .......

2 commenti:

  1. Io sono un pubblico dipendente e riconosco che c'è una diversità di trattamento rispetto ai lavoratori autoomi. A volte questo è un vantaggio per i secondi e altre, come quelli si dice qui è ingiusto e molto penalizzante. Credo che si debba abbassare i privilegi oltre un certo livello e si debbano assegnare le risorse a chi ha bisogno o problemi. Condivido quanto detto qui nella sostanza.
    Paolo

    RispondiElimina
  2. ciao Daniela, ammiro la tua energia nel farti sentire, in questa italia , che a quanto sembra oltre che andare a braccetto con la burocrazia, è anche ceca con gli ultimi.....e questo è anche il mio caso.....purtroppo:-( quando sento, che vivono con 6/7 cento euro, ho invidia, perche io soppravivo con 200 euro che il comune mi passa, puoi immaginare che vita passo, certo il tuo caso , come altri, è un po piu pesantino,ma ti assicuro che star a casa , è come esser agli arresti domiciliari.
    comunque ti son vicino nella tua lotta , per avere quello che ti aspetta,,,,ciaoooo fammi sapere come va un abbraccio carlo
    bellancarlo@libero.it http//gliamicidiaugustodaolio.jimdo.com

    RispondiElimina