immagine

martedì 7 luglio 2015

Afrodite K scrive alla nuova Consigliera Nazionale di Parità

La Consigliera Nazionale di Parità è un ruolo importante che viene eletto con decreto del Consiglio dei Ministri di concerto con il Ministero del Lavoro e che ha le funzioni di vigilanza contro le discriminazioni e di promozione della parità e pari opportunità in ambito lavorativo. Afrodite K era già entrata in contatto con la precedente Consigliera, Alessandra Servidori, che si era dichiarata formalmente interessata a sostenere la battaglia per la tutela della malattia ai lavoratori autonomi. Il 16 giugno è stata designata la nuova Consigliera: Francesca Bagni Cipriani ed Afrodite K le ha scritto.....

"Gentile Consigliera Francesca Bagni Cipriani,
mi chiamo Daniela Fregosi ma ormai sono conosciuta da tutti come Afrodite K per la battaglia che da quasi 2 anni sto conducendo rispetto ad una grande emergenza sociale e lavorativa: l'iniqua discriminazione ed ingiustizia che molti lavoratori e lavoratrici autonome devono subire in caso di malattia grave e prolungata.
Già la precedente Consigliera Nazionale di Parità, Alessandra Servidori, che avevo avuto modo di conoscere personalmente al Festival del Lavoro di Fiuggi nell'estate 2014, aveva deciso di interessarsi alla questione (di seguito il nostro scambio di mail), ma purtroppo il tutto non è andato molto oltre alle parole visto che, nonostante tutte le azioni messe in campo in questi mesi, ancora il Ministero del Lavoro continua ad ignorare la questione.
Le riassumo qui le principali tappe di questa battaglia con i risultati ottenuti, sperando che voglia aiutarci a scardinare questa incredibile ingiustizia e discriminazione di trattamento che caratterizza donne e uomini, trattati come lavoratori di serie B, quando sono colpiti da malattia grave o prolungata: .............................
Per toccare con mano quello che sta succedendo e quello per cui mi batto e le chiedo aiuto, la invito a leggere le principali problematiche dei lavoratori autonomi che si ammalano ed alcune delle storie di lavoratori autonomi ammalati senza tutele che Afrodite K continua a raccogliere e divulgare. Purtroppo è solo la punta dell'iceberg, molti lavoratori autonomi si nascondono e non parlano pubblicamente, pochi ci mettono la faccia e quei pochi sono quasi tutte donne (più coraggiose o più sfigate?!).  
Ad oggi, nonostante tutte le azioni che le ho elencato, la voce di Afrodite K e di tutti i lavoratori autonomi ammalati continua a rimanere inascoltata.
Sperando in una sua risposta, la saluto cordialmente e le faccio i miei migliori auguri, per il suo nuovo incarico di Consigliera Nazionale di Parità".

Vediamo che succede. Stay tuned.....

Nessun commento:

Posta un commento