immagine

lunedì 23 marzo 2015

Il Comune di Francavilla Fontana accanto alle partite iva colpite da malattia

Dopo i Comuni di Grosseto, Trento, Reggio Emilia e Sardara e le Regioni Puglia e Toscana, arriva il primo Comune pugliese a sostenere la battaglia di Afrodite K. Attraverso una lettera indirizzata al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio ed al Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, il comune di Francavilla Fontana (Brindisi) ha deciso di sostenere l'assoluta urgenza di un intervento normativo in tema di diritti e tutele per i lavoratori autonomi colpiti da malattia grave o prolungata.

E' il Sindaco di Francavilla Fontana in persona, Maurizio Bruno, a presentare l'ordine del giorno "Diritti e tutela per i lavoratori autonomi colpiti da malattia grave o prolungata" il 17 marzo 2015 all'interno del Consiglio Comunale. Il tutto presentato, discusso ed approvato all'unanimità. Basta poco, che ce vo'.

Ecco il testo del documento ufficiale.

Beh, che dire, tanto di cappello a quello "piccolo" comune ed a questo "grande" Sindaco. Le grandi città e le amministrazioni locali importanti e potenti, possono abbassare anche la testa in segno di rispetto......


"La Costituzione della Repubblica garantisce pari dignità sociale, la tutela della salute e la garanzia per tutti i lavoratori di avere mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di malattia - scrive il sindaco della città degli Imperiali, Maurizio Bruno - tuttavia l'attuale sistema di welfare non prevede per i lavoratori autonomi colpiti da malattia un congruo riconoscimento dei diritti degli stessi".
Il comune ha quindi fato propria l'iniziativa di Daniela Fregosi, lavoratrice autonoma colpita dal cancro al seno, che con il sostegno di alcune associazioni ha lanciato la Petizione "Diritti ed assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano". Nella petizione si chiede che sia data anche ai lavoratori autonomi la possibilità di affrontare la malattia in maniera dignitosa, attraverso il riconoscimento di indennità che coprano il periodo lontano dal lavoro, indennizzi nel caso di prolungate degenze ospedaliere e la sospensione dei pagamenti inps/irpef.
Ecco che, Francavilla Fontana è il primo comune pugliese che ha deciso di sostenere la necessità di un intervento dello stato su un tema che non ha ancora "trovato il sostegno politico e civico che merita. Spero che accanto al nostro comune - rilancia Bruno - si schierino quanti più enti possibili al fine di ottenere immediate risposte legislative".


Nessun commento:

Posta un commento