immagine

lunedì 29 giugno 2015

Roma 24 giugno: giornata intensa per Afrodite K, le partite iva e la malattia

Me lo immaginavo che sarebbe stata una di quelle giornatine zeppe come arancini, le premesse c'erano tutte. E così è stato. La mattina Afrodite K l'ha passata al Ministero del Lavoro ed il pomeriggio all'incontro su previdenza e malattia di Acta. La battaglia dei lavoratori autonomi per avere una tutela in caso di malattia prosegue senza sosta (manco quella estiva). Leggi come...

Partenza alle 8.30 dalla maremma per Roma, sgambatina per raggiungere a piedi Via Veneto e la Coalizione 27Feb davanti al Ministero del Lavoro che ci riceve quasi subito in un'audizione di oltre 2 ore, ri-sgambata veloce in Via Marsala per raggiungere l'incontro di Acta su previdenza e malattia (pranzando lungo il percorso con i biscottini superenegetici che mi ero fatta e portata da casa, perchè oltre a battagliare per i lavoratori autonomi c'avrei anche da portare avanti un protocollo alimentare). Ecco quello che è successo raccontato con gli occhi e le orecchie di Afrodite K.....

Già la prima esperienza di Afrodite K con la Coalizione 27Feb nella manifestazione del 24 aprile davanti alla sede dell'Inps era stata davvero bella e densa.
La cosiddetta "carovana dei diritti" questa volta si è spostata davanti al Ministero del Lavoro con la stessa metodologia dello speaker's corner nel quale i lavoratori raccontano le loro esperienze di iniquità previdenziale, insostenibilità fiscale e mancanza di welfare.
Questa volta, a differenza della precedente manifestazione, Afrodite K lo speaker's corner (ecco il resoconto ed i video di Andrea Scutellà) se l'è goduto poco perchè il Ministero del Lavoro c'ha fatto sapere che sarebbe stata ricevuta una nostra delegazione a breve e dentro c'abbiamo poi passato oltre 2 ore.
Afrodite K è stata ricevuta come rappresentante di Acta insieme ad altri 5 esponenti di altrettante associazioni di lavoratori (la maglietta di protesta di Afrodite K un ci voleva veni' dentro il Ministero, gli faceva senso, ma poi l'ho convinta).
Gli alti funzionari, che ci hanno accolto al posto del Ministro Poletti (assente da Roma per tutta la settimana) sono stati Paolo Pennesi Segretario Generale del Ministero e Bruno Busacca Responsabile della Segreteria Tecnica del Ministro Poletti.
Come resoconto dell'audizione complessiva potete leggere il comunicato stampa della Coalizione 27Feb. Come Afrodite K invece vorrei soffermarmi invece sulla questione della tutela della malattia per i lavoratori autonomi. In accordo con le altre delegazioni l'argomento malattia è stato trattato da Afrodite K che ha concentrato le richieste al Ministero del Lavoro su 2 punti prioritari:
  • L'abbassamento dell'aliquota Inps della Gestione Separata (la più alta in assoluto, 27,72%, rispetto a tutti i lavoratori autonomi e quella a rischio di ulteriori aumenti fino al 33%) e la graduale equiparazione a quella di artigiani e commercianti (24%). Questo chiaramente rende l'aliquota più "sostenibile" (è vero che si accantona ai fini pensionistici di meno ma è anche vero che nel frattempo si deve anche vivere) e conciliabile anche con momenti di "crisi" come può essere una malattia grave.
  • La proroga delle scadenze fiscali e contributive in caso di malattia con congelamento dei pagamenti, successiva rateizzazione alla ripresa dei pagamenti, possibilmente senza interessi aggiuntivi (neppure quelli legali che son comunque certamente più bassi degli attuali ai quali viene sommato anche l'aggio delle cartelle esattoriali di Equitalia, perchè ammalarsi non è una colpa da espiare).
Il primo feedback avuto dai 2 funzionari è sembrato positivo e possibilista rispetto alle 2 richieste. In realtà le richieste sulla malattia sono molte e più articolate (come dimostra il testo della Petizione "Diritti ed assistenza per i lavoratori autonomi che si ammalano"), ma da qualcosa dobbiam cominciare ed il piedino dentro la porta socchiusa ce lo dobbiam mettere. Credo fortemente che la questione "sospensione delle tasse/contributi per le partite iva ammalate sia un ottimo grimaldello per cominciare almeno a non essere inseguiti da Equitalia per colpa di una malattia che nessuno si è scelto.
In ogni caso tutte le questioni, portate all'attenzione del Ministero nel corso del confronto, sono risultate così complesse ed interessanti da indurre i funzionari a chiedere alla Coalizione un secondo tavolo di confronto, che sarà fissato intorno al prossimo 10 luglio. La durata dell'incontro (oltre 2 ore) e questo secondo appuntamento dimostra come il Ministero ritenga le problematiche affrontate non solo degne di essere ascoltate, ma anche di essere approfondite. Staremo a vedere gli sviluppi.....

Per quanto riguarda l'incontro di Acta (ecco il resoconto di Ilaria Mariotti), introdotto dal bellissimo discorso di Sergio Bologna che parla anche di Afrodite K, il pomeriggio è stato davvero bello, molto "europeo" con tanti ospiti stranieri ed anche ricco di parlamentari intervenuti (Stefano Fassina (Possibile), Giorgio Airaudo SEL, Chiara Gribaudo PD, Tiziana Ciprini M5S).
Presente anche Antonello Crudo Direttore Generale Pensioni Inps mandato da Tito Boeri che definisce inconstituzionale la mancata traduzione in pensione figurativa dell'indennità di malattia per la Gestione Separata (e sarebbe lungo davvero l'elenco delle incostituzionalità......) e favorevole ad un congelamento dei contributi in caso di malattia.

Di rientro a casa (ormai all'ora di cena) un bel succo vivo per riaversi dall'intensa giornata, fare un bel pieno di vitamine e sali minerali e..... ripartire nei prossimi giorni e mesi con la battaglia di Afrodite K.
PS. Rispetto all'intera giornata consiglio la lettura dell'interessante articolo del giornalista Roberto Ciccarelli e le FOTO caricate da Afrodite K sulla sua pagina Facebook.

Nessun commento:

Posta un commento