immagine

venerdì 26 giugno 2015

Lavoratori autonomi e malattia: l'Europa si sveglia?

Per la tutela dei lavoratori autonomi colpiti da malattia forse comincia a muoversi qualcosa in Europa. Afrodite K aveva già divulgato la risoluzione del Parlamento Europeo "Protezione sociale per tutti, compresi i lavoratori autonomi". Adesso è arrivato il contatto dell'europarlamentare M5S David Borelli che il 26 giugno è uscito allo scoperto impegnandosi a portare avanti la questione a Bruxelles.

Ecco la dichiarazione di Borrelli sulla sua pagina Facebook: "Esistono lavoratori di serie A e lavoratori di serie B: quelli di serie A vedono riconosciuti i loro diritti, hanno assistenza sanitaria, pensione, diritto allo sciopero, ferie, permessi, indennità di fine rapporto, ammortizzatori sociali e quant'altro; poi ci sono i lavoratori di serie B, oggi in aumento perché molte persone che perdono il lavoro, non trovandone alcuno, mettono le loro competenze sul mercato aprendo una partita IVA. Questi lavoratori non hanno tutele, versano migliaia di euro all'inps ma non possono ammalarsi, non hanno ferie retribuite, indennità, ammortizzatori (o si tutelano privatamente o semplicemente non esistono). Sosterrò questa sottoscrizione perché venga tutelata la salute di tutti, indipendentemente dal loro lavoro come auspicato da questo rapporto del Parlamento Europeo. Perché storie come quella di Daniela Fregosi non vengano mai più scritte. Vi chiedo di diffondere questa ingiustizia".

Afrodite K è entrata in contatto con l'eurodeputato offrendo il suo supporto di blogger ed attivista sulla questione "lavoro autonomo e malattia".

Speriamo che questo possa essere stimolo ad altre forze politiche e per altri europarlamentari ad unire le energie per aggiungere anche questo fronte (Europarlamento) a quelli già attivi (amministrazioni locali, Petizione, Proposta di legge, Interrogazione parlamentare). E' importanti, infatti, agire su più canali per portare avanti il pressing complessivo e riuscire a fare qualcosa di concreto in sede legislativa.

Ovviamente Afrodite K monitorerà gli sviluppi perchè si sa, le parole son acqua fresca se non seguono le azioni concrete........ Altri europarlamentari sono entrati in contatto con Afrodite K manifestando il loro interesse a portare avanti questa battaglia, ma per ora nulla di fatto.....

Nessun commento:

Posta un commento