immagine

martedì 30 settembre 2014

La magica melagrana ottima per il tumore al seno.... ma non solo

Il succo della melagrana (frutto della pianta che si chiama invece melograno)  potrebbe essere il prossimo trattamento contro il cancro al seno. Un nuovo studio di laboratorio (fonte: Healthnews.com) ha dato infatti risultati promettenti al momento di valutare l’impiego del succo di melograno, ricco di antiossidanti, come un modo per combattere e prevenire il cancro al seno. E io non ho perso tempo, mi ingurgito litri di succo vivo fresco fatto con le melagrane donate da un sacco di persone che mi vogliono bene davvero!!!


Più del 75% dei casi di cancro al seno sono alimentati da estrogeni ed i ricercatori della Ohio State University si sono incentrati sui vantaggi dei melograni nella lotta contro questa diffusa forma tumorale. Il team ha scoperto che il grande frutto rosso pieno di semi succosi produce naturalmente un agente chimico noto come acido ellagico, che sembra aiutare a rallentare o addirittura ad impedire la crescita delle cellule tumorali nei tessuti del seno. Secondo i ricercatori, il melograno è stato recentemente notato per le sue potenzialità antiossidanti e le sue proprietà anticancerogene, così come per i suo effetti benefici sul cuore. Tuttavia, lo studio recentemente pubblicato dalla Cancer Prevention Research è il primo a indagare approfonditamente gli effetti del melograno sull’aromatasi, un enzima che svolge un ruolo fondamentale nel produrre gli estrogeni e promuovere la crescita del cancro al seno. In laboratorio, il team ha studiato gli effetti di dieci composti derivati prodotti da melograni sulla crescita delle cellule di cancro al seno e l’attività dell’aromatasi. Tra tutti, l’urolitina B è risultata quella più efficace contro il cancro. I ricercatori hanno creato una scala chiamata Oxygen Radical Absorbance Capacity (ORAC), che misura il livello di antiossidanti di frutta e verdura. Più alto è il numero della scala, più è elevato il livello di antiossidanti. In cima alla lista ci sono mirtilli, prugne, more, lamponi, uva, mele e fragole. In futuro il melograno potrebbe servire come base per ricavare farmaci e trattamenti contro il cancro al seno. Per ora il suo consumo è indicato come forma di prevenzione.

L'amicizia è una gran cosa!!
Quando sono venuta a sapere tutte queste proprietà ed altre ancora che potete leggere sotto, mi sono fiondata a vedere quale era la sua stagionalità. E vai, c'ero proprio, si tratta di un frutto autunnale!!. Allora ho cominciato a spargere la voce in giro tra i conoscenti e gli amici, sfruttando anche molto Facebook (e pensare che c'è chi usa i social network solo per le minchiate!!) e sono iniziate a fioccarmi sacchettate di melagrane da tutte le parti. In effetti basta poco, è sufficiente avere una pianta a disposizione per vederle maturare poi tutte insieme e non riuscire nemmeno a mangiarle tutte. Non vi preoccupate, ci sono io! Me ne sto facendo litrate, ogni giorno, autoproducendo il succo vivo fresco con l'estrattore. Certo, non è una passeggiata, ci vuole un pò a sgranare 6/7 melagrane ogni volta, ma il succo è buonissimo e migliora ulteriormente se mischiato a quello di 1 mela.
E' incredibile come le persone si sono mobilitate per mettermele da parte quando hanno saputo che mi facevano così bene. Mi hanno fatto davvero felice per moltissimi motivi diversi: risparmio un sacco di soldi (se dovessi comprate così tante melagrane non potrei assumerne tutti i giorni finchè dura la stagionaità), è bellissimo sentire tutto questo calore intorno a te, il succo è davvero buono e divertente da fare, è una coccola pazzesca sapere di fare qualcosa che ti fa così bene alla salute.
Insomma, mi sto doppando di brutto. Se funzionerà e davvero servirà a spaventare qualche celluletta mal intenzionata, bene. Altrimenti avrò comunque goduto assai ed avuto la conferma che ci sono un sacco di persone che mi vogliono bene davvero.

Oltre agli effetti già descritti sul cancro, ecco tutte le altre proprietà della melagrana:
  • Effetto antietà: i melograni sono ricchi di antiossidanti e presentano un alto livello di assorbimento dei radicali liberi
  • Protezione dei reni: una ricerca pubblicata di recente sulla rivista Renal Failure mostra come l'estratto di melograno possa contribuire a prevenire il danneggiamento dei reni.
  • Rigenerazione del fegato: una nuova ricerca pubblicata tra le pagine della rivista scientifica Toxicology and Industrial Health ha mostrato come il succo di melograno non solo sia in grado di proteggere il fegato, ma anche di contribuire alla sua rigenerazione dopo che l'organo ha purtroppo subito gravi danni.
  • Sistema immunitario: il melograno si rivela benefico per il nostro sistema immunitario per via del suo elevato contenuto vitaminico, con particolare riferimento alla vitamina C, indispensabile nel periodo autunnale e invernale dell'anno per proteggerci da malanni come l'influenza e il raffreddore.
  • Allergie: il melograno è ricco di sostanze che possono contribuire a proteggerci dalle allergie, secondo quanto dimostrato dalle più recenti ricerche. Esse vengono denominate polifenoli e sembrano avere un ruolo fondamentale nel ridurre i processi biochimici che sono correlati alla comparsa delle allergie.
  • Colesterolo: una nuova ricerca pubblicata all'interno della rivista Atherosclerosis ha posto in evidenza come il melograno possa contribuire a migliorare la capacità dell'organismo di sintetizzare il colesterolo e distruggere i radicali liberi all'interno del sistema vascolare.
  • Protezione del DNA: gli antiossidanti e i fitonutrienti contenuti nel frutto del melograno e negli estratti di melograno possono interagire con le strutture genetiche del nostro organismo per favorirne la protezione.
  • Pressione sanguigna: una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Plant Foods for Human Nutrition ha dimostrato come l'assunzione di estratto di melograno possa contribuire ad abbassare la pressione sanguigna in soggetti che seguono un'alimentazione particolarmente ricca di grassi.
  • Infezioni: il melograno presenta importanti proprietà anti-infettive, secondo quanto mostrato da parte di una ricerca pubblicata sulla rivista Food and Chemical Toxicology, in quanto l'assunzione di estratto di melograno può contribuire a contrastare l'azione di alcuni batteri finora dimostratisi resistenti ai farmaci.

1 commento:

  1. E' proprio il caso di vincere la pigrizia e iniziare a pulire melegrane!

    Giordana

    RispondiElimina