immagine

venerdì 5 febbraio 2016

Roma - Camera dei Deputati: Afrodite K al Convegno "Lavoro e Cancro"

Afrodite K è stata a Roma il 3 febbraio 2016 presso la Camera dei Deputati con un intervento sulla situazione dei lavoratori autonomi colpiti da grave malattia. L'intervento avverrà nell'ambito del Convegno "Il lavoro per i malati di cancro" organizzato da FAVO e dall'On. Vincenzo D'Arienzo (PD) firmatario di una Proposta di Legge che intende disciplinare il periodo di comporto per i pazienti oncologici.


In Italia non c'è una legge che preveda una disciplina specifica del periodo di comporto (nel quale si conserva il posto di lavoro) per i lavoratori affetti da patologie oncologiche. La regolamentazione è contenuta nella contrattazione collettiva. La differenza di trattamento tra lavoratori ammalati della stessa grave patologia, dipende dal contratto di lavoro. La proposta di legge A.C. 3324/2015 promuove nuovi diritti per i malati di cancro per garantire l'inclusione sociale e lavorativa. Tutelare il lavoro pubblico, privato, autonomo dei soggetti in condizione di fragilità a causa della malattia significa dare attuazione ai principi costituzionali di tutela della salute e del lavoro.

Di questi temi e della proposta di legge si è parlato la mattina del 3 febbraio 2016 presso la Camera dei Deputati - Sala Aldo Moro, in un convegno organizzato congiuntamente dall'On. Vincenzo D'Arienzo - che ha presentato la proposta di legge - e da FAVO. Il convegno fa parte degli eventi collegati alla Giornata Mondiale sul cancro, indetta da UICC.

L'incontro è stato moderato da C. Fassari - Quotidiano Sanità
Sono interventuti:
V. D’Arienzo - Deputato PD
E. Iannelli - Segretario generale F.A.V.O.
D. Fregosi - Afrodite K - Blog  “La voce dei lavoratori autonomi che si ammalano”
C. Damiano - Presidente Commissione Lavoro della Camera dei Deputati

C. Pinto - Presidente AIOM

M. Piccioni e L. De Zorzi-  I.N.P.S.

Scarica la locandina dell'evento
Leggi il resoconto del Convegno fatto da quotidianosanita.it
Leggi la trascrizione dell'intervento di Afrodite K. 

Nessun commento:

Posta un commento