immagine

domenica 6 dicembre 2015

Feijoa essiccata (autoprodotta): la mia scorta naturale di antiossidanti

Feijoa in triplice versione: frutto fresco, nei cestelli dell'essiccatore ed infine essiccata ed imbarattolata. Di questo frutto ricchissimo di proprietà avevo già parlato in "Afrodite K e la feijoa: l'effetto sul cancro al seno forse è un'incognità ma la sua bontà è una certezza". Da questa stagione l'abbondante raccolta proveniente dal giardinetto accanto a casa mia è stata sottoposta a numerosi cicli di essiccazione domestica.


Non c'è niente da fare, l'essiccatore è una svolta nella vita!
Adesso, che gli arbusti hanno ormai dato quello che potevano dare, mi ritrovo una bella scorta di feijoa essiccata nella credenza.
Si presenta sotto forma di piccole caramelle semidure ottime da utilizzare come snack da portare anche con sè oppure altrettanto buone messe un pò a bagno per reintegrare l'acqua persa durante il processo di essiccazione.
Non solo..... la mia autoproduzione, oltre ad alimentare con i suoi benefici il protocollo alimentare che sto seguendo ed i principi di vita sana che sto adottando, è anche un bellissimo modo per donare  se stessi agli altri ed offrire l'amore per i frutti della vita sotto forma di graziosi, originalissimi ed introvabili doni.

Nessun commento:

Posta un commento