immagine

domenica 15 giugno 2014

Lavoratori autonomi, ci vogliono così: in lenta agonia

Guardando questa vignetta, ho pensato: ecco, a noi lavoratori autonomi ci vogliono proprio così. Non dobbiamo sprofondare, altrimenti alle istituzioni sparisce un bancomat preziosissimo per il prelievo fiscale. L'Inps fallirebbe senza di noi: perderebbero la principale fonte di prelievo a costo quasi zero perchè non soggetta a reali prestazioni e tutele in cambio (un vero affare).
Ma nemmeno fiorire.....


Nemmeno prosperare dobbiamo, altrimenti vuol dire che siamo evasori. E poi tutta questa libertà, troppo poco controllo, troppa creatività, diventiamo pericolosi socialmente.
Insomma il lavoratore autonomo ideale è come un malato, deve stare in "stretta agonia vigilata". 
Daniela Fregosi era perfetta, un bancomat da spillare da oltre 20 anni, nell'impossibilità di evadere perchè con un'attività che si rivolge a società ed aziende, quindi niente vendita di servizi sottobanco e non fatturati. 
Poi però un giorno Daniela si ammala e comincia ad informarsi, diventa Afrodite K, inizia a inoltrare domande per prestazioni assistenziali, indennità di degenza ospedaliera, indennità di malattia, poco che è son soldini che pretende dal tesoretto Inps. Già questo era increscioso. Ma aprire un Blog e diffondere queste possibilità anche per gli altri colleghi, questo proprio non lo doveva fare. E denunciare anche a nome degli altri tipi di lavoratori autonomi che non hanno nemmeno quelle possibilità (artigiani, commercianti....), beh, è davvero troppo. Meglio se schiattava di colpo ricoperta di metastasi, perchè così è una gran rompicoglioni e basta!
Care istituzioni, vi dò una bruttissima notizia, porse io potrò pure stirare le zampette per questo tumore (e mi tocco mentre lo dico), ma ormai è tardi, il polverone è alzato e tanta gente ha alzato un pochino la testa. Forse non tutti, ma qualcuno il mio posto lo prenderebbe, e continuerebbe a rompere le palle.
A questo giro non vi molliamo, vi stiamo sul collo a soffiare finchè non sganciate quello che ci spetta oppure non ci ridate i nostri soldi indietro e pace come prima.
Sotto stretta agonia, non c'abbiamo più voglia di starci ed oltre 45.000 persone l'hanno già dimostrato firmando la Petizione "Diritti e assistenza ai lavoratori autonomi che si ammalano".

Nessun commento:

Posta un commento