immagine

giovedì 5 giugno 2014

La solidarietà della comunità batte la giustizia dello Stato: che vergogna!

Una buona notizia. Lo sò, è una cosa piccola ma anche i piccoli segnali possono servire a non sentirsi abbandonati. Un fisioterapista specializzato in linfologia oncologica, comprendendo quanto sia più faticoso per una lavoratrice autonoma gestire un cancro al seno perchè è un libero professionista pure lui, si è offerto gratuitamente di dare una mano alle lavoratrici autonome in difficoltà che stanno combattendo anche con il linfedema post-mastectomia. Caro Stato, tu con le tue indennità di malattia inesistenti o ridicole per le partite iva, hai il permesso di vergognarti.

Sono cose queste che riscaldano un pò il cuore. Anche se non risolvono quello che rimane una vera e propria emergenza sociale, la mancanza di tutele per i lavoratori autonomi colpiti da malattie prolungate, è comunque una luce in fondo al tunnel, è pur sempre un piccolo segnale per non sentirsi sola. 
Per una lavoratrice autonoma con un cancro al seno sentirsi abbandonata dallo Stato è una sensazione estremamente familiare purtroppo. Le nostre tette sono di serie B e se oltre alla gestione del tumore hai anche la fortuna di beccarti qualche complicazione postchirurgica come il linfedema, hai fatto bingo.
Prova un pò a fare la libera professionista con un braccio ed una mano gonfi come due zampogne e doloranti, prova a viaggiare per lavoro ed a guidare la macchina, prova a presentarti ai clienti (soprattutto nuovi) conciata così, prova a conciliare la tua agenda professionale con gli appuntamenti fisioterapici estremamente vincolanti (per orari e procedure) passati dall'asl. 
La battaglia dei lavoratori autonomi per una malattia dignitosa continua ma è importante per noi anche ricevere segnali di questo tipo. Fà bene al portafoglio ma anche e soprattutto all'anima che ha bisogno di tanto carburante ogni giorno per trovare forza, energia e motivazione ad andare avanti.

Grazie quindi a Vito Anelli fisioterapista osteopata specializzato nella gestione del linfedema dopo trattamento chirurgico per mastectomia che ha scritto ad Afrodite K offrendo gratuitamente la sua competenza alle lettrici del suo Blog. 
Opera nella zona di Bari
Se sei una lavoratrice autonoma vicina alla sua zona ed in difficoltà forse può aiutarti, contattalo.

Grazie Vito, grazie doppiamente perchè questo aiuto proviene da un uomo.

1 commento:

  1. Lo stato se ne frega, di tutti quanti. C'è una disonestà che è indescrivibile.

    RispondiElimina